La rubrica dei meta-scrittori

Ritorno alle origini

Il sentiero di granito, i rami delle querce che si intrecciano, creando un gioco di luci e ombre. Attraverso, passo dopo passo, il tunnel di vegetazione, stando attenta a non inciampare. Maledico me stessa per aver indossato le infradito. Questo stupido pensiero viene spazzato via e mi lascio rapire dalla bellezza di un luogo che… Continue reading Ritorno alle origini

La rubrica dei meta-scrittori

Vivere il tempo per valorizzare lo “spazio”

La mia città di origine e la città dove vivo attualmente non sono lo stesso posto. Vivere in una città cosiddetta europea, scoprire il mondo, ti fa aprire gli occhi verso nuovi orizzonti, verso tempi che scorrono veloci, senza che la noia possa prendere alcuno spazio tra le folle di “cultura” e vitalità. Ecco, ad… Continue reading Vivere il tempo per valorizzare lo “spazio”

(Mestru)azioni della mente

Vaneggiamenti di Pasquetta

Finalmente posso applicare la teoria di Bukowski sull’ebrezza. O forse di Baudelaire. O forse di entrambi, non lo so. Volevo provarci da un po’, ma non mi è mai capitato di essere abbastanza “su di giri”. Loro dichiarano che il momento di estrema lucidità creativa corrisponda a quello di ebrezza pura, quando tutto è più… Continue reading Vaneggiamenti di Pasquetta